Pages

giovedì 27 agosto 2009

Recensione libri: Pischna


PISCHNA:60 esercizi progressivi


Utilità: 4/10





Difficoltà: progressiva





Voto: 5/5



Questo libro è composto da 60 esercizi utilissimi! peccato che per iniziare a studiarlo secondo me, ci vogliono almeno 5 anni di studio del pianoforte alle spalle. Questo libro è una vera e propria cura per le dita più deboli. Con un rigoroso studio in poco tempo si possono vedere risultati incredibili, ma attenzione agli infortuni. Gli esercizi sono davvero molto complessi e talvolta non sono immediati ma hanno bisogno di essergli dati prima un paio di lettura. Per fare un parallelo è come se fossero degli esercizi Hanon molto più difficili.

Non demoralizzatevi se non riuscite a suonare alcuni esercizi, perchè alcuni sono proprio impossibili e dubito che anche l' autore li sapeva suonare! così non tutti gli esercizi sono utili perchè anche la troppa difficoltà, può ostacolare anzichè aumentare la tecnica, quindi di questi 60, sceglietene almeno 40 ma studiateli bene! Alcuni li usano come esercizi giornalieri apposta dell' Hanon, ma a mio parere questo è sbagliato! non è come l' Hanon questo libro, di conseguenza non lo si può sostituire. E' molto più difficile e si rischia davvero poi di incappare in infortuni irreversibili...

Secondo me sotto il titolo dovrebbero scrivere:"maneggiare con cura!" ;)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

a me non me piasce

Anonimo ha detto...

ritengo che hanon sia importante, immaginarsi virtuoso è uno stimolo importante, ma per esserlo avvero non serve esclusivamente il libro di hanon ma 4ore al giorno di tecnica fatta con criterio, metodo e costanza..
per quanto riguarda pischna non possiamo compararlo all'hanon ma è un libro importante e impegantivo.. occorrono gli stessi ingredienti già richiamati per riuscire a suonare con maturità gli esercizi... nulla è impossibile..
rimane sempre il concetto espresso dal mio grande maestro nel 1982: sedovesse resuscitare un mozart, bach o beethoven "ci" metterebbero tutti con le spalle al muro per fucilarci, questo per dire che già da allora tutti eravamo esecutori squadrati, privi di iniziative e di trasporto... questo occorre per potersi definire un grande pianista...parola di vecchio pianista..
in bocca al lupo a tutti voi..
silvio
roma

Anonimo ha detto...

"60 esercizi utilissimi!"
e poi utilità 4/10... Coerente.

Posta un commento

 
Copyright (c) Studiare pianoforte - Blogger Templates created by BTemplateBox.com - Css Themes by metamorphozis.com