Pages

venerdì 31 luglio 2009

Tutorial : 10 esercizi per sviluppare l' articolazione (n.1)

=== Esercizio n.1 ===




Eccoci addentrati in questa serie di esercizi, partiamo subito col numero 1.






Per scaricare lo spartito completo clicca Quì

*** Tutto quello che c'è da sapere sullo spartito ***



Impostazione della mano: Mano destra: Do4,Re4,Mi4,Fa4,Sol4 (il numero dopo le note è il numero dell'ottava, per es. Do4 corrisponde al Do centrale). Mano sinistra: Do3,Re3,Mi3,Fa3,Sol3.




Chiave di sol: La mano destra legge in chive di sol, ovvero nelle righe abbiamo (in ordine dal basso verso l'alto) : mi, sol, si, re, fa. E negli spazi abbiamo: fa, la, do, mi.



Chiave di fa: La mano sinistra legge in chiave di fa (basso). Nelle righe abbiamo (sempre dal basso verso l'alto) sol, si, re fa, la e negli spazi la, do, mi, sol.



C: La "C" che vedete dopo la chiave è l'indicazione del tempo. Questa "C" è un modo come un'altro per scrivere 4/4, in pratica è la stessa cosa. Ciò vuol dire che ogni battuta è composta da note/pause che sommate danno 4/4 (oppure da una nota sola di valore 4/4, come una pausa da 4/4).Infatti, se prendiamo in esame la prima battuta vediamo che il Do da 2/4 più il Re da 2/4 danno l'intero, ovvero 4/4.



Semibreve: La semibreve è una nota dal valore di 4/4, la troviamo per esempio nella prima battuta della la mano sinistra ed è raffigurata come un ellisse.



Minima: La minima è una nota dal valore di 2/4, la troviamo per esempio nelle prima battuta della mano destra ed è raffigurata come un ellisse con la gambetta.



Semiminima: La semiminima è una nota dal valore di 1/4, la troviamo per esempio nella battuta n.9 la seconda nota. E' raffigurata come un elisse ripieno ed una gambetta.



Punto di valore: Il punto di valore viene messo dopo una nota (talvolta anche dopo una pausa), e serve a prolungare il valore della nota di metà. (per es: se abbiamo una semibreve col punto 4/4+2/4 (metà di 4/4) = 6/4, la semibreve col punto vale 6/4).



Mimina seguita da un punto: La minima vale 2/4. Così se è seguita dal punto: 2/4 + 1/4 = 3/4. Infatti nella battuta 9, la minima col punto è seguita da una seminima, l'unico valore esaminato finora capace di chiudere la battuta (3/4 + 1/4 = 4/4)



Doppia stanghetta: La doppia stanghetta si mette alla fine di un brano, e serve ad indicare che il brano è concluso.



*** Domande frequenti ***


Perchè ci sono delle note sotto il pentagramma?


- Queste note sono note più gravi rispetto al mi (primo rigo) e quindi si trovano in una posizione inferiore. Siccome il pentagramma è composto da soli 5 righe, le altre righe virtuali ce le immaginiamo noi, così il D0 della prima battuta sarà il Do sul "rigo zero". Invece di disegnare tutto il rigo virtuale, si disegna solo il trattino inmezzo alla nota, per far capire che è una nota nel rigo. Perciò trovare la nota diventa più facile. Perchè se fra mi,sol,si,re,fa le note spaziano di 2 (anche fra Fa,la,do,mi) così funziona anche per i Tagli addizionali. La prima riga sotto il mi, scendendo di 2 quindi è il do. Ecco trovato il nome della nota.



*** Studiare l' esercizio ***


Battute 1-4: in queste battute la sinistra accompagna la destra tenendo il basso (Do) suonando col 5 (mignolo)mentre la destra suona la piccola scala (do,re,mi,fa,sol,fa,mi,re).



Battute 5-8: queste battute sono l' inverso delle precedenti. La sinistra suona e la destra accompagna.



Battute 9-12: la destra suona lo stesso tema (do,re,mi,fa,sol,fa,mi,re) con un ritmo diverso, prima erano 2/4 + 2/4, ora sono 3/4 + 1/4.



Battute 13-16: queste battute sono l' inverso delle precedenti. La sinistra suona e la destra accompagna.



Battute 17-27: la destra suona prima 2 note dal valore 3/4 + 1/4, poi suona 2 nota da 2/4. Attenzione a non confondere il ritmo! la sinistra invece accompagna con la prima nota della battuta della destra. Per es, nella battuta 17, la prima nota della destra è un Do, la sinistra suona un Do, e così via.



Battute 28-31: queste sono le battute conclusive, la destra suona minime e la sinistra conclude le ultime 3 battute con un arpeggio discendente di 3 note dal valore di 4/4.


*** Precisazioni ***



-Un esercizio di questo genere va preparato in massimo 2 giorni.



-Il primo giorno va eseguito a Mani separate e al secondo a mani unite.



- L'esercizio va portato a velocità metronomica 100. Iniziate da 60 e man mano aumentate velocità.



- Le note vanno tenute premute fin quando non eseguiamo la nota successiva.


- E' buona cosa contare ad alta voce all'inizio (mentre si suona). Se il tempo è 4/4 allora si conta fino a 4. (se è 3/4 fino a 3 ecc..). come si conta? -Si conta lentamente e scandendo. Non si conta dunque : uno, due, tre quattro, ma u-no, du-e, tre-e, quat-tro. Dove ogni scansione sta ad 1/8. Per esempio: Nella prima battuta, mano destra: Do di 2/4 e Re di 2/4, appena si suona il Do si parte a contare: u-no, du-e , si cambia nota (perchè il valore 2/4 è finito) si suona il Re e contemporaneamente si conta tre-e, quat-tro.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ghkgkgkgkgkgkgkgkggwedefuigfjgfuwere

Anonimo ha detto...

wweeeeeee raga mitico, e siamo noi e siamo noi .....

Posta un commento

 
Copyright (c) Studiare pianoforte - Blogger Templates created by BTemplateBox.com - Css Themes by metamorphozis.com